25 Aprile

Il Giorno della Liberazione, chiamato anche Festa della Resistenza, si tiene ogni anno il 25 aprile e si celebra la fine della guerra civile e la fine dell’occupazione nazista durante la 2° guerra mondiale.


Perché il 25 aprile?

Questa è una buona domanda, dal momento che non tutta l’Italia è stata liberata il 25 aprile 1945.
Il movimento di resistenza partigiano era composto da molti gruppi diversi, tra cui una vasta gamma di gruppi politici (il Partito Comunista Italiano, il Partito Socialista Italiano, la Democrazia Cristiana, il Partito Democratico Laburista e il Partito Liberale Italiano), che insieme costituivano il Comitato di Liberazione Nazionale dell’Alta Italia (CLNAI).
Un gran numero di donne erano coinvolte, circa 35.000, e il CLNAI aveva il sostegno del governo reale italiano e delle forze alleate.
I partigiani iniziarono quindi una serie di attacchi verso i centri urbani. Bologna, ad esempio, venne attaccata dai partigiani il 19 aprile e definitivamente liberata con l’aiuto degli alleati il 21, seguita da Genova il 23.
Il 25 aprile è stato un appuntamento così importante perché era la data in cui Milano e Torino furono liberate. Milano era la casa del CLNAI, mentre Torino era significativa come una grande città industriale.
La mattina del 25 uno sciopero generale fu annunciato dal partigiano Sandro Pertini, che divenne poi presidente della Repubblica. Furono occupate le fabbriche, compresa quella in cui era stampato il Corriere della Sera, che era stato collegato al regime fascista. I partigiani usarono quella fabbrica per stampare notizie sulla vittoria.

Cosa è successo dopo la Liberazione?

Tutti i leader fascisti furono condannati a morte, e Benito Mussolini fu ucciso tre giorni dopo, dopo aver tentato di fuggire verso nord in Svizzera. Gli americani arrivarono in città il 1 maggio e le forze tedesche alla fine si arresero ufficialmente il 2 maggio.
La Liberazione è stata un punto di svolta fondamentale nella storia d’Italia, in quanto ha portato a un referendum il 2 giugno, che ha portato alla fine della monarchia e alla creazione della Repubblica italiana. La Costituzione d’Italia è stata redatta nel 1947.

Da quando è festa nazionale?

A guerra conclusa, un decreto legislativo del governo italiano provvisorio, datato 22 aprile 1946, dichiarò “festa nazionale” il 25 aprile, limitatamente all’anno 1946. Fu allora che, per la prima volta, si decise convenzionalmente di fissare la data della Liberazione al 25 aprile, giorno della liberazione di Milano e Torino. La scelta venne fissata in modo definitivo con la legge n. 260 del maggio 1949, presentata da Alcide De Gasperi in Senato nel settembre 1948, che stabilì che il 25 aprile sarebbe stato un giorno festivo, come le domeniche, il primo maggio o il giorno di Natale, in quanto “anniversario della liberazione”.

2 commenti

  1. Articolo molto interessante. L’ho usato come ricerca a scuola. Grazie mille

    1. Autore

      Grazie Giusy,
      siamo contenti di esserti stati utili. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *